Rugby Il Sena regola il Cus Ancona 17 a 5

Domenica 21 ottobre Il Sena Rugby di Senigallia ha vinto contro il Cus Ancona per 17 a 5.

Come è andata la partita? Avanzare sostenere e continuare. Continuare che cosa? Continuare ad avanzare e a sostenere. Se questo è il rugby da manuale, la partita di domenica ha suscitato qualche perplessità. All’inizio del gioco le due squadre si sono presentate in campo con molta voglia di fare senza però riuscire a realizzare un gioco ordinato ed organizzato.

Al quinto minuto di gioco il Cus Ancona ottiene il momentaneo vantaggio per 5 a 0 dopo aver vinto un raggruppamento nella meta campo del Sena e facendo arrivare la palla non proprio in maniera lineare, anche se corretta, all’ala che ha segnato nel vertice sinistro dell’area di meta. La trasformazione non era ovvia e difatti non è stata realizzata.

Il gioco dell’Ancona era frammentario e discontinuo costellato di comportamenti nei raggruppamenti almeno sconcertanti. Si è visto la terza linea opposta alla propria area di meta, su una mischia parzialmente ruotata, staccarsi e prendere la palla, e perfino il mediano di mischia placcare il mediano del Sena che aveva introdotto la palla, prima che la palla stessa fosse uscita dal raggruppamento.

Il Sena non riusciva ad imporre il proprio gioco. Per dirla con le parole del co-allenatore Giacomo Gargamelli – giocare ordinati vuol dire far giocare tutta la squadra-. Anche l’arbitro ha impiegato una venticinquina di minuti per prendere in mano la partita. Al 27’ ha fischiato una punizione contro il Cus che ha permesso al Sena di portarsi sul 3 a 5.

Da quel momento l’arbitro Iaconi ha fischiato tutto. Al 30’ al 34’ e al 37’ ha concesso al Sena tre calci di punizione. Marco Basili, che in settimana ha avuto qualche nuvola temporalesca che ha attraversato i suoi pensieri, ne ha realizzati due su tre portando il Sena sul 9 a 5. Gli avversari sono avvertiti: se va male il Sena, con Marco che ha grande sensibilità, forza e spessore, e si è già ripreso, ogni due punizioni realizza tre punti.

Nella prima parte del secondo tempo con lo stesso andamento del primo, su due calci diretti ai pali, al 2’ al 17’, Basili, ha realizzatato il secondo portando la squadra di rugby di Senigallia sul 12 a 5.
Per citare Marco Paolini.” Il rugby è uno sport giocato con le mani, ma i calci sono importanti. Con i piedi si può anche vincere”.

Con lo score a distanza di break il Sena ha cominciato a fare ordine cominciando a costruire gioco e finalmente è arrivata al 29’ del secondo tempo, una bella meta di Oliver Riva con il numero 6. Risultato finale Sena Rugby 17 – Cus Ancona 5

Dopo tre giornate Il Sena ha un segno più in classifica. E’ terzo dopo Macerata ed Ascoli. Se anche non lo ha fatto interamente nella partita di domenica, in campionato il Sena ha imparato, da subito, ad avanzare, sostenere e continuare. Continuare che cosa? Ad avanzare e a sostenere.

La prossima partita é domenica 28 ottobre contro la Dinamis a Falconara, alle ore 15.30.
Serie C Marche
3° giornata, ore 15.30
Macerata – Ascoli 26-5 (5-0)
Fermo – Falconara 0-12 (0-4)
Sena – Ancona 17-5 (4-0)
Porto Sant’Elpidio – Fabriano 14-5 (4-0)
Classifica

1. Macerata 7 (-4)
2. Ascoli 6
3. Sena 3 (-8)
4. Falconara 1 (-8)
5. Ancona 0
6. Porto Sant’Elpidio 0 (-4)
7. Fermo -3 (-8)
8. Fabriano -8 (-8)

Serie C Marche Romagna
3° giornata ore 15.30

Rimini Rugby – Meldola Rugby 94-7 (5-0)
Faenza Rugby – Fano Rugby 15-5 (4-0)
Misano Rugby – Valmetauro Titans 24-7 (5-0)
Ravenna RFC – Rugby Club San Marino 31-16 (4-0)
Classifica
1. Rimini 10
2. Faenza 9
3. Fano 6
4. Ravenna 6
5. Valmetauro Titans 5
6. Misano 5
7. San Marino 0 (-4)
8. Meldola -4
Serie C Marche Umbria
3° giornata, ore 15.30

Rugby Gubbio – Amatori 2003 Perugia
Gualdo Nocera – Moscosi 2008 6-31 (0-5)
Rugby Foligno – Cus Camerino 32-13 (5-0)
Rugby Perugia Senior – Unione Orvietana
Guardia Martana Riposa
Classifica
1. Gubbio 5
2. Foligno 5 (-4)
3. Amatori Perugia 2 (-8)
4. Cus Camerino 1 (-4)
5. Gualdo Nocera 0
6. Rugby Perugia -3 (-8)
7. Unione Orvietana -3 (-8)
8. Guardia Martana -8 (-8)
9. Moscosi -8 (-8)